unione-dei-comuni

L’Unione dei Comuni dell’alto Primiero è composta dai comuni di Siror-San Martino di Castrozza, Tonadico e Sagron Mis che, nel 1999, decisero di mettere a fattore comune le proprie risorse per la gestione più efficace dei servizi al cittadino. L’unione si estende su un territorio di 172 chilometri quadrati, con una popolazione di circa 3.000 abitanti e le tipiche difficoltà di un ambiente montano. Al suo interno si trova uno dei patrimoni naturali e turistici più noti d’Italia: le famose Pale di San Martino e la località turistica di San Martino di Castrozza.

Concretamente, nella cornice dell’Unione dei Comuni dell’alto Primiero, i servizi chiave per i cittadini sono stati suddivisi tra i tre Comuni: quelli demografici, l’ufficio tecnico, la polizia municipale, i lavori pubblici, l’ufficio tributi, l’ufficio ragioneria e quello per il commercio. Questa architettura, unificata dal punto di vista organizzativo ma, di fatto, ramificata con uffici distribuiti nelle tre diverse sedi comunali, è alla base dell’esigenza di approntare sistemi di comunicazione efficaci tanto per l’utenza interna quanto per quella esterna.

A questo scopo, l’Unione si è dotata di tre sistemi Wildix, per poter condividere un unico piano di numerazione, le rubriche, le presenze dei colleghi, l’analisi del traffico telefonico e il FAX server. Questo è stato reso possibile grazie alle funzioni della WMS Network, il sistema di Cloud Unified Communication Wildix, che ha realizzato la rete VPN Peer to Peer. Attraverso tale approccio è stato possibile condividere tutti i servizi in modo automatico.

Il sistema Wildix, inoltre, costituisce il punto di collegamento della rete dell’Unione dei Comuni con la piattaforma di Trentino Network, la società pubblica della Provincia di Trento, incaricata di distribuire i servizi di telecomunicazioni agli Enti Locali della Provincia Autonoma.

La situazione odierna vede un netto miglioramento dei servizi alla comunità: quando un cittadino chiama, è sempre sicuro di trovare un interlocutore; gli addetti possono ricevere i fax immediatamente, anche quando vengono spediti a sedi non presidiate; la comunicazione interna è stata ottimizzata grazie anche al servizio presence, che permette di conoscere in tempo reale lo stato di attività del personale. Grandi benefici sono stati apportati dal sistema Wildix Mobility, attraverso il quale gli addetti dei 3 Comuni sono reperibili telefonicamente anche se fuori sede, evitando l’acquisto di costosi contratti di telefonia mobile.

La Unified Communication, per la Pubblica Amministrazione, ha un significato di valore particolare. Le possibilità insite nei sistemi e negli apparati di telecomunicazioni basati su protocollo IP, e il VoIP in particolare, hanno rivoluzionato i percorsi assegnati a voce, dati e immagini, integrando i servizi e amplificando le potenzialità delle Amministrazioni, tanto nelle modalità di rapporto con i cittadini, quanto nel migliorare l’efficienza e l’efficacia operativa all’interno dell’organizzazione.

La soluzione Wildix mette a disposizione funzioni come presence, sms, mail, instant messaging, chat, fax, call back, attraverso un unico strumento, il Collaboration. Sui sistemi Pbx Wlidix Multimedia Systems, le Amministrazioni sono in grado di innestare in maniera scalabile, secondo le proprie esigenze o dimensioni, le soluzioni più avanzate, tanto per le iniziative di Crm multicanale che per la trasmissione interna di note e comunicazioni. Il motore che integra queste possibilità è il WMS (Wildix Management Systems) 2.0, un sistema di configurazione e controllo delle centrali di comunicazione che, per flessibilità ed intuitività, risponde sia alle esigenze tipiche del grande ente pubblico sia di quelle della Pubblica Amministrazione Centrale.

IL SISTEMA OTTIMIZZA IL FLUSSO DELLE COMUNICAZIONI TRA GLI UFFICI, FACILITANDO LE NECESSITÀ OPERATIVE IN UNA REALTÀ DI-STRIBUITA COME QUESTA. NUMERAZIONE E RINTRACCIABILITÀ NON COSTITUISCONO PIÙ UN PROBLEMA. IN CASO DI NECESSITÀ, L’ASSISTENZA DA REMOTO SI DIMOSTRA EFFICACE. QUESTO TIPO DI SOLUZIONI RAPPRESENTA UN PASSO AVANTI IN TERMINI D’EFFICIENZA E RISPARMIO CHE PER LE PAL COSTITUISCE ORMAI UN OBIETTIVO FONDAMENTALE.

Antonio Partel
Responsabile del servizio di Finanza Locale

san_martino_veduta_paese