Davines S.p.A. è un’azienda a conduzione familiare presente a livello internazionale nel settore della cosmesi con sedi commerciali in Olanda, Francia, Gran Bretagna, Stati Uniti e Messico e più di 80 distributori in tutto il mondo.

Il cuore produttivo di questa società è però in Italia, più precisamente a Parma: qui i laboratori specializzati in skin & hair care realizzano i prodotti destinati ai professionisti della bellezza.

Simone Rabaglia, System & Helpdesk Manager di Davines S.p.A., spiega come il precedente centralino, di vecchia generazione, non riuscisse più a soddisfare i crescenti bisogni dell’azienda:

“Il nostro centralino Panasonic aveva funzionalità obsolete: nessuna interfaccia software e telefoni digitali funzionanti con la rete di telefonia. Neanche la rete DECT funzionava bene, l’impianto era sovraccarico: quando molti utenti utilizzavano i telefoni cordless, la rete DECT smetteva di funzionare.”

La società Davines S.p.A. decide di muoversi verso la tecnologia VoIP, attratta anche dalla possibilità di usare funzioni di instant messaging, video conference e condivisione di file.

Simone Rabaglia racconta: “Inizialmente abbiamo pensato a Skype for Business, che però non era lo strumento adatto: la suite era troppo complessa, l’interfaccia non risultava di facile comprensione e i requisiti hardware richiesti erano per noi impensabili da installare.”

“Le nostre analisi e valutazioni ci avevano portato a scegliere tra due soluzioni: Cisco o Wildix.

Abbiamo scelto Wildix perché abbiamo apprezzato subito il protocollo WebRTC, che assicura una flessibilità e una semplicità d’uso incredibili.

Cisco avrebbe richiesto un’installazione e una formazione dettagliata sia per l’utente sia per l’amministratore, mentre la soluzione Wildix ci è sembrata subito più smart, più rapida e molto più facile da configurare.”

Secondo Simone, un punto di forza del sistema Wildix è l’app per Iphone e Android: “L’app ci ha consentito di ridurre notevolmente l’utilizzo dei DECT, che hanno il grosso svantaggio di avere una copertura limitata.

Quasi tutti i miei colleghi hanno installato l’app sui loro smartphone e questo garantisce una reperibilità e  una continuità lavorativa eccezionali: praticamente tutti sono raggiungibili in qualsiasi momento.”

Simone Rabaglia è molto soddisfatto anche dell’affiancamento ricevuto in fase di installazione:

“Abbiamo ricevuto un supporto eccezionale da parte di Emironet, partner Platinum Wildix certificato UNICOMM.

Alcuni piccoli intoppi che erano sorti sono stati risolti in breve tempo, e anche le nostre richieste di implementazioni di alcune funzionalità (come la chat sincronizzata o la spunta in stile WhatsApp) sono state accolte e sviluppate velocemente.”

Davines S.p.A è una società in continua evoluzione e ha già deciso quali saranno gli sviluppi futuri:

“Al momento 300 utenti usano Wildix, ma questo numero è destinato probabilmente a raggiungere le 500 unità con l’ avvenuto ingresso nel Davines Village.

Inoltre è nostra intenzione estendere le licenze a tutte le filiali Davines perché le potenzialità di Wildix sono enormi.”

Inizialmente avevamo pensato a Skype for Business, che però non era lo strumento adatto: la suite era troppo complessa, l’interfaccia non risultava di facile comprensione e i requisiti hardware richiesti erano per noi impensabili da installare.

Simone Rabaglia,
System & Helpdesk Manager di Davines S.p.A.

davines-testimonial-wildix-case-study
baiatoOlbia costa smeralda