san-fior-logo

WILDIX PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE.

Ci sono Comuni virtuosi, che cercano di migliorare il rapporto con i cittadini, di essere aggiornati, di trovare il filo che connette Istituzioni e popolazione, di alleggerire il carico burocratico. Sono un modello da seguire. Esempio di questo è San Fior, comune con più di 6000 abitanti in provincia di Treviso.

Qui infatti l’Amministrazione ha fatto una scelta coraggiosa, di rinnovamento tecnologico e della comunicazione.

Così, all’inizio del 2013 San Fior ha optato per un aggiornamento radicale dei suoi sistemi di comunicazione, che ha coinvolto il Municipio, la Scuola Media, la Scuola Elementare e l’Asilo, con circa 60 utenti che usano ora il nuovo sistema.

Con il supporto di EUROGROUP S.p.A., azienda della provincia di Treviso, che dal 1966 si distingue nei settori dell’impiantistica elettrica, tecnologica, automazione e software industriale, sia nel mercato nazionale sia in quello internazionale, il Comune opta per un progetto di importante aggiornamento tecnologico che porta nelle varie sedi le più innovative tecnologie del mercato, con l’installazione del sistema Wildix.

Si sostituisce infatti la vecchia centrale, una Ascom Ascotel, con due sistemi PBX Wildix tra di loro connessi grazie alla WMS Network. Questo sistema permette di connettere tutte le centrali Wildix in uffici o città diverse, rendendo possibile la sincronizzazione di tutti gli aggiornamenti. Un utente può quindi accedere al proprio profilo, conservando rubrica, numero di interno e tutte le impostazioni personali da qualunque computer connesso a una centrale della rete.

“Le due principali esigenze del Comune, racconta Roberto Zucchetto, Responsabile Servizi Informativi di San Fior, erano innanzitutto la semplificazione e ottimizzazione dei centralini, che prima erano 4, non in rete e che quindi richiedevano spostamenti fisici per la manutenzione e la risoluzione delle anomalie. Ora, con due sistemi PBX Wildix multimedia system collegati in rete, possiamo fare gestione, manutenzioni e aggiornamenti da remoto. La seconda esigenza era invece la razionalizzazione delle linee telefoniche esistenti.”

Infatti San Fior ha più che dimezzato le sue linee fisse, con un risparmio di più di 3000 Euro annui per i contratti telefonici.

“Ma non sono solo diminuiti i costi fissi, abbiamo ridotto anche i costi verso il mobile, ed abbiamo completamente azzerato i costi delle telefonate tra sedi”, continua Zucchetto.

E questi sono solo i vantaggi per chi si occupa di manutenzione e controllo di gestione. Per tutti gli utenti, l’introduzione di un sistema che integra Fax, Voicemail, Rubrica condivisa, SMS, Post-it, le App, la possibilità di integrare mobile e fisso, stanno davvero rivoluzionando il modo in cui si comunica nel Comune di San Fior.

Grazie al sistema Wildix, oggi, quando un collaboratore del front office ha bisogno di dare risposte alle domande dirette del cittadino, chiedendo informazioni a colleghi dislocati in altri uffici, può sapere, guardando il monitor del suo computer, se il collega è alla sua scrivania, se è impegnato in una riunione, se è occupato al telefono. E quindi agire di conseguenza, scegliendo il sistema di comunicazione unificata più idoneo, e riducendo così i tempi di attesa del cittadino, che avrà una risposta immediata alle sue domande.

MA NON SONO SOLO DIMINUITI I COSTI FISSI, ABBIAMO RIDOTTO ANCHE I COSTI VERSO IL MOBILE, ED ABBIAMO COMPLETAMENTE AZZERATO I COSTI DELLE TELEFONATE TRA SEDI

Roberto Zucchetti
 Responsabile Servizi Informativi di San Fior

san-fior
amonn-2conqord-oil